Vivo e lavoro a Milano.

Fino dalla laurea nel 1992 ho capito come sia fondamentale per imparare il mestiere di progettista, ascoltare e guardare chi fa materialmente le cose e contemporaneamente avere uno sguardo ampio, plurale e sempre vigile su quel che accade nel mondo. Con questo approccio lavoro come libero professionista, impegnato nella progettazione di opere private nel campo dell’interior design: interni per abitare e interni per lavorare, spazi dove le persone possano vivere con serenità e piacere.

Lavorare alla comprensione delle sensibilità e dei bisogni del committente, anche quelli non espressi, sono un aspetto molto importante del mio lavoro. Con questo approccio seguo direttamente tutte le fasi del progetto: il cliente al centro del processo progettuale, dal layout iniziale alle prime opere eseguite, fino alle ultime finiture, dagli arredi con tutti i particolari tecnici ai sistemi di illuminazione.

“Il dettaglio si vendica sempre” diceva un grande architetto milanese del ‘900, con questa idea mi confronto tutti i giorni, quando disegno in studio o quando vado nei cantieri, perché è nei dettagli che si verifica il progetto, perché è dai problemi che nascono nuove soluzioni.

Dal 2005 ho iniziato a lavorare anche in Francia, dove oggi sono socio cofondatore di una azienda Rebuilding France s.a.r.l., che si occupa di ristrutturazioni complete, dalla singola abitazione a interi edifici. L’esperienza francese mi da la possibilità di vedere le cose da una angolazione diversa: un’altra cultura, un altro sistema di leggi, una modalità differente di rapportarsi con le persone.

Dal 2012 collaboro anche con la facoltà di Design del Politecnico di Milano come Cultore della materia per il corso “Laboratorio di Metaprogetto” dedicato al tema dell’hospitality (Hotel design).

Recentemente ho iniziato ad occuparmi di digital strategies, a seguito di un master della buisness school del Sole24Ore, convinto che le innovazioni tecnologiche siano un asset fondamentale per veicolare nel mondo l’Interior design italiano, parte fondamentale del nostro “Made in Italy”.