Milano sta cambiando…

Milano, Expo e altre storie…

Non sono ancora stato a Expo, lo farò presto prometto!…e non so se Expo è il principale fattore, ma Milano sta cambiando, mai come in questi ultimi mesi abbiamo assistito ad un fiorire di iniziative che sono destinate a fare scuola, ad animare il dibattito culturale in Città.

La fondazione Prada vista da fuori
La fondazione Prada vista da fuori

Raccontarli tutti è impossibile, ma forse raccontare qualcosa si può, forse si deve. L’apertura di uno spazio come la Fondazione Prada  realizzata su progetto di Rem Koolhaas in una distilleria dei primi del ‘900 abbandonata da molti anni alla periferia sud est di Milano, può essere uno dei simboli di questa rinata effervescenza di Milano.

La mostra "Serial Classic" alla fondazione Prada
La mostra “Serial Classic” alla fondazione Prada

Una metafora di quello che sta succedendo. Uno spazio abbandonato e degradato in una zona periferica della città dove sono presenti molte aree industriali dismesse e a pochi passi dal Ricovero Notturno di viale Ortles per i senzatetto. Uno spazio recuperato alla cultura che senza dubbio diventerà un luogo di attrazione per tutta Milano, che in questo modo esce dai suoi confini culturali classici per proiettarsi anche fisicamente verso territori più vasti.

Quasi come in un gioco di rilancio la fondazione Bracco  apre in un ex stabilimento di produzione dell’omonima azienda uno spazio per l’arte e la creatività  che “…si propone come un cantiere creativo, all’interno della quale le arti possano trovare la loro dimensione in armonia, contaminandosi a vicenda, creando interazioni positive tra pittura, scultura, fotografia, video arte, street art, musica, teatro, cinema e ballo”, come ci spiegano dal sito ufficiale della fondazione.

@Folli50.0 l'interno
@Folli50.0 l’interno

 

 

Un’iniziativa pensata come temporanea per terminare con Expo, ma che probabilmente Milano riuscirà a far diventare permanente. Anche in questo caso uno spazio chiuso, non accessibile che è diventato un laboratorio aperto sulla e per la Città…

 

@Folli50.0 Una delle istallazioni artistiche
@Folli50.0 Una delle istallazioni artistiche

Mentre aprivano questi spazi, altri più tradizionali come la Galleria d’arte Moderna ospitavano nella bellissima ala al secondo piano del palazzo, ristrutturata su progetto di Ignazio Gardella molti anni fa, una mostra dedicata ad una una azienda leader del settore arredo , che ha contribuito a costruire la fama dell’Interior Design Italiano nel mondo. Qui gli ambienti, le opere pittoriche e i pezzi di arredo esposti dialogavano magicamente rimbalzandoci suggestioni e emozioni.

I'ingresso al GAM durante la mostra
I’ingresso al GAM durante la mostra

Nel frattempo non sono mancate iniziative su innovazione, tecnologia e comunicazione digitale come Futureway of living, Social Media Milano day, Mashable Social Media Day e Istameet5 incontro internazionale degli appassionati di Instagram organizzato da Igersitalia. Eventi, realtà sulle quali tornerò con più attenzione nel prossimo post, perché sono convinto che il digital offra opportunità per raccontare il sistema delle estetiche italiane al mondo, molto potenti.

Insomma Milano cambia, quasi non si riesce a seguire tutto quel che accade in città, alle volte mi capita di pensare: “Cosa mi sto perdendo questo fine settimana?!?”…manco fossimo in vacanza in una delle grandi città Europee…o forse sì?

www.internideallegri.com

 

Condividi

Pubblicato da

Interni De Allegri

.: Interni De Allegri: una filosofia, un mestiere :. Da oltre vent’anni realizziamo spazi che parlano di te, dove i dettagli fanno la differenza. Spazi che esprimono carattere, ispirati al comfort, pratici e sicuri. Spazi per emozionare.

This post has been viewed 6.911 times